mercoledì 30 agosto 2017

Emersi i resti della Sofia romana

Gli scavi a Sofia, in Bulgaria (Foto: Comune di Sofia)
Gli archeologi che stanno lavorando presso un sito della capitale della Bulgaria, Sofia, hanno trovato, in piazza Sveta Nedelya, i resti di taverne e negozi pertinenti un grande edificio pubblico dell'antichità.
L'antico edificio risale alla metà del II secolo d.C., quando Serdica, antico nome di Sofia, si trovava sotto il dominio romano. Sono stati trovati anche i resti di tubi per l'acqua e canali che servivano un impianto fognario. L'edificio aveva molte stanze, tra le quali una fila si trovava sul lato orientale che si riferivano a negozi il cui accesso si trovava sulla strada principale della città.
Gli archeologi hanno rinvenuto una gran quantità di ceramiche, di monete, anfore per l'olio e il vino. Tra i reperti più curiosi, una squisita raffigurazione di un serpente in bronzo, forse parte di una statua di Esculapio. Ora i reperti sono esposti presso il Museo di Storia Regionale di Sofia.

Fonte:
The Sofia Globe
Posta un commento

Pahos, nuove scoperte dagli scavi

Paphos, le conchiglie di murice venute alla luce in uno degli ambienti scavati nel 2018 (Foto: Dipartimento delle Antichità di Cipro) I...