martedì 26 dicembre 2017

Sorprese archeologiche nella steppa mongola

Ripresa aerea delle rovine scavate nella steppa di Dongoin Shiree, in
Siberia (Foto: Università di Osaka/Istituto di Storia e Archeologia
Mongolo, Accademia delle Scienze)
Gli archeologi hanno scoperto una serie di rovine che si pensa risalgano all'VIII secolo d.C., nelle steppe della Mongolia orientale. Si tratta di un sarcofago circondato da un quadrato di 14 grandi pilastri di pietra rivestiti di iscrizioni. Le indagini sulle rovine sono iniziate nel 2015.
La caratteristica principale del monumento è la sua configurazione strutturale, in cui il sarcofago di pietra è posto al centro del tumulo. Più di 100 tamga (segni) delle antiche tribù turche sono scolpite sulla pietra, si tratta delle più grandi iscrizioni turche scoperte in Mongolia. La datazione del sarcofago all'VIII secolo d.C. è stata ottenuta attraverso l'analisi al radiocarbonio di pelle di pecora ed ossa di cavallo trovate al suo interno.
Il Professor Takashi Osawa, dell'Università di Osaka, direttore della missione archeologica che opera nella steppa mongola, ha decifrato queste iscrizioni ed ha scoperto che la persona sepolta in questo singolare monumento e ricordata nelle iscrizioni, aveva l'incarico di Yabgu, corrispondente a vicerè, che era il più alto rango dopo il Kagan nel 716-734 d.C. Quest'uomo divenne, in seguito, Tolis-Shad (rango reale), comandante in capo e massimo funzionario amministrativo nella Mongolia orientale durante il regno di Tengri (734-741 d.C.). Questi risultati indicano che la steppa di Dongoin Shiree era al centro della zona orientale dell'ex Kaganato Turkic, la cui posizione era sconosciuta ai testi cinesi e turchi.
Le iscrizioni, a detta dei ricercatori dell'Università di Osaka, gettano nuova luce sull'organizzazione del potere nella Mongolia orientale di 1400 anni fa nonché sulle credenze religiose dei nomadi antichi, sui loro rapporti politici e militari con le altre tribù della Mongolia quali Khitan, Tatabi e Tatari.

Fonti:
ibtimes.co.uk
lavanguardia.com
Posta un commento

Mummia di bambino creduta mummia di falco

La mummia creduta di falco appartenente, invece, ad un feto affetto da anencefalia (Foto: University of Western Ontario) I resti mummif...