sabato 6 gennaio 2018

Egitto, resti di un antico tempio nell'antica Buto

Statua di Psammetico in granito nero rinvenuta
nel sito dell'antica Buto (Foto: ahram online)
Una missione di scavo egiziana ha scoperto i resti di mura in mattoni di fango e diversi manufatti datati a diversi periodi della storia antica dell'Egitto. Oltre a questi reperti sono stati rinvenuti quattro forni del periodo tardo (664-332 a.C.). I lavori di scavo si sono concentrati nel sito di al-Paraeen, conosciuto come il sito dell'antica Buto, nel governatorato di Kafr el-Sheikh.
Secondo le dichiarazioni di Ayman Ashmawy, responsabile del settore Antichità Egizie presso il Ministero delle Antichità dell'Egitto, queste mura in mattoni di fango rappresentavano l'antico asse principale del tempio di Buto ed i forni potrebbero essere stati utilizzati per la preparazione delle offerte presentate alle divinità all'interno del tempio.
Gli archeologi hanno scoperto anche le basi due colonne in pietra calcarea che potrebbero aver fatto parte, un tempo, della sala del tempio dei pilastri, e una statua in pietra calcarea del faraone Psammetico assiso in trono. Un'altra statua di Psammetico, in granito nero, è stata trovata nell'identico sito. Della statua mancano la testa, il collo e un frammento sottostante il ginocchio, la base e parte delle braccia. Il faraone è raffigurato con indosso lo shendit, il gonnellino reale.
Hossam Ghoneim, responsabile della missione di scavo, ha detto che sono tornati alla luce la parte superiore di una statua del dio Horus in quarzite, i resti di un'iscrizione che reca il nome di Buto, parte di una mano in granito, pertinente una statua di un'altra statua di Psammetico, parte di una collana di Menit (simbolo della dea Hator) ed un complesso di ceramiche.

Fonte:
english.ahram.org.eg
Posta un commento

Israele, il nome di Pilato

Israele, l'anello con il nome di Pilato (Foto: repubblica.it) Il nome di Ponzio Pilato , l'ufficiale romano che ordinò l'uc...