venerdì 2 febbraio 2018

Norvegia, trovato un antico pezzo degli scacchi

Il pezzo degli scacchi scoperto in un'abitazione del
XIII secolo in Norvegia (Foto: T. Wrigglesworth/NIKU)
E' stato scoperto, in Norvegia, un pezzo degli scacchi risalente a 800 anni fa. Gli archeologi hanno scoperto questo oggetto in una casa del XIII secolo a Tonsberg. Il pezzo da gioco è ricavato essenzialmente da corna di cervo e sarebbe stato utilizzato per giocare a quello che veniva chiamato "shatranj", simile agli attuali scacci.
La pedina appare riccamente decorata, con cerchi nella parte inferiore e diversi altri sui lati. Il muso del cavallo appare sporgente. Questa figura di "cavallo (o cavaliere)" è molto simile, secondo Lars Haugesten, project manager dello scavo, ad altri pezzi per scacchi trovati in Arabia. Il gioco degli scacchi è diventato popolare, in questo Paese, dopo la conquista della Persia, nel VII secolo d.C., e venne introdotto in Spagna nel X secolo dai Mori. Dalla Spagna il gioco si è diffuso rapidamente verso il nord Europa e potrebbe essere approdato, poco dopo, in Scandinavia, questa è l'opinione degli archeologi.
Il pezzo appena ritrovato, con un disegno che si ispira ai modelli arabi, è piuttosto raro nella regione, anche se non è l'unico esempio. Un altro pezzo degli scacchi, del XII secolo stavolta, è stato scoperto a Lund, in Svezia. La casa dove è appena stato ritrovato il pezzo degli scacchi, è conosciuta come porta Anders Madsens e si trova nei pressi di un castello medioevale. Qui gli scavi sono iniziati nell'autunno 2017 ed hanno intercettato diverse strade e dimore medioevali, permettendo il recupero di una notevole mole di materiali, tra i quali pettini e ceramiche di vario tipo.

Fonte:
Live Science
Posta un commento

Iraq, scoperta un'antica città perduta

Mardaman, una delle tavolette scoperte dall'Università di Tubinga (Foto: Peter Pfalzner, Università di Tubinga) La traduzione di al...