venerdì 6 aprile 2018

Sicilia, interessante ritrovamento archeologico

Mistretta, i recenti ritrovamenti archeologici
(Foto: palermo.repubblica.it)
"Una scoperta eccezionale che cambia la storia di Mistretta e che è avvenuta a sorpresa, durante la posa dei tubi del gas". Così il soprintendente di Messina, Orazio Micali, commenta i ritrovamenti che aggiungono nuovi tasselli per la ricostruzione dell'antica città un tempo chiamata Amistraton. Gli scavi per la disposizione delle tubature da parte dell'Italgas sono stati infatti interrotti dagli archeologi della Soprintendenza davanti alla scoperta di mura, tombe e scheletri perfettamente conservati. Uno scavo che ha coinvolto la piccola comunità tanto da far cambiare il nome di Largo San Vincenzo, di fronte alla chiesa della Santissima Trinità, in Largo del Progresso Archeologico, come adesso è chiamata la piazzetta.
"Ritrovamenti che non ci aspettavamo - commenta Gabriella Tigano, responsabile archeologa della Soprintendenza - si tratta di tre livelli di strutture murarie: un muro del IV secolo a.C.; un vano del III secolo a.C. e a livello alto, sotto le quote di un cimitero del XV secolo, un ampio ambiente del IV-V secolo d.C.". Strutture di ottima fattura e in ottimo stato di conservazione che fanno ipotizzare come l'altura su cui sorge il centro urbano medioevale e moderno sia stata abitata ancora prima, aprendo così nuove prospettive di ricerca.
"Un dato di eccezionale rilevanza per la storia dell'antica Amistraton - dice il soprintendente Micali - tradizionalmente posizionata sull'altura poi occupata dal Castello, a dominio del tratto di costa settentrionale tra Kale Akte (attuale Caronia) e Alesa". Lo scavo è realizzato grazie alla sinergia tra la Soprintendenza di Messina e Italgas: quest'ultima ha promosso e sostenuto la ricerca oltre la previsione originaria, facendosi carico anche di una più ampia ricerca con georadar dell'area della piazza, che ha confermato la presenza di un tessuto continuo di strutture come spiega l'archeologoa Tigano. Adesso l'auspicio della Soprintendenza è proseguire gli scavi mentre il Comune di Mistretta vorrebbe valorizzare ritrovamenti e area archeologica.

Fonte:
palermo.repubblica.it/societa
Posta un commento

Mummia di bambino creduta mummia di falco

La mummia creduta di falco appartenente, invece, ad un feto affetto da anencefalia (Foto: University of Western Ontario) I resti mummif...