domenica 28 aprile 2019

Grecia, conclusione degli scavi a Dascalio

Isola di Dascalio, particolare degli scavi condotti sull'isola
(Foto: greece.greekreporter.com)
Il Ministero greco della Cultura ha annunciato la conclusione di uno scavo sulle isole greche di Keros e Dascalio, nelle Cicladi, durato quattro anni. Gli scavi hanno interessato una zona chiamata Kavos e l'isolotto di Dascalio, collegato, anticamente con Keros.
I risultati principali comprendono il ritrovamento di un complesso sistema di tubi utilizzati per liberare l'insediamento dall'acqua di mare, ma sono stati anche trovati molti edifici ed altre strutture che risalgono alla prima Età del Bronzo, tra il 2750 ed il 2550 a.C. Questi ritrovamenti dimostrano che l'insediamento aveva un'organizzazione multilivello molto complessa, che gli ha permesso di sopravvivere in un ambiente ostile. Secondo una dichiarazione rilasciata da un portavoce dell'Università di Cambridge nel 2018, la zona era sede di "monumenti preistorici insolitamente sofisticati".
Gli archeologi hanno scoperto che gli edifici di Dascalio erano costruiti in marmo di Naxos, il che dimostra che vi operarono architetti ben addestrati e che vi era, alla base una progettazione ben articolata. I ricercatori erano completamente all'oscuro del fatto che, sull'isolotto di Dascalio, esistessero edifici tanto monumentali.

Fonte:
greece.greekreporter.com

Nessun commento:

Tracce di monete bizantine sulla Sindone

Le microparticelle aspirate dalla Sindone di Torino, composte da una lega di oro e di argento con residui di rame (elettro bizantino) (Fot...