mercoledì 24 aprile 2019

Israele, trovata una moneta aurea bizantina

Israele, la moneta aurea raffigurante l'imperatore bizantino Teodosio II
scoperta in Galilea (Foto: Nir Distelfeld, Israel Antiquities Authority)
E' stata scoperta una moneta d'oro estremamente rara, coniata 1600 anni fa sotto il regno dell'imperatore bizantino Teodosio II che decretò che gli Ebrei fossero cittadini di seconda classe nella loro stessa patria. E' la prima volta che emerge, in Israele, una moneta del genere.
Il ritrovamento è stato effettuato da quattro ragazzi che stavano facendo trekking nei campi a fianco del torrente Zippori in Galilea. I ragazzi hanno avvisato il loro insegnante di geografia che, a sua volta, ha contattato la Israel Antiquities Authority.
Il dritto del solido - una moneta d'oro massiccio con un peso di circa 4,5 grammi, coniata in epoca bizantina - raffigura l'imperatore Teodosio II. Sul verso è rappresentata la dea Vittoria che tiene in mano una croce. Secondo l'esperta di numismatica della Israel Antiquities Authority, Dottoressa Gabriela Bijovsky, "la moneta d'oro è un solido coniato dall'imperatore Teodosio II a Costantinopoli (oggi Istanbul) intorno al 420-424 d.C. Monete simili sono note nell'impero bizantino d'Oriente, questa è la prima del suo genere scoperta in Israele".
Israele, l'immagine sul verso della moneta con la Vittoria che porta una
croce (Foto: Nir Distelfeld, Israel Antiquities Authority)
L'imperatore Teodosio II (401-450 d.C.) iniziò il suo regno all'età di sette anni. Il suo nome è riportato nel Codice Teodosiano, un insieme di leggi pubblicato nel 438 d.C., raccolte e redatte tra le migliaia di leggi imperiali. Purtroppo lo status degli Ebrei, che fino a quel momento avevano goduto di una relativa libertà, peggiorò notevolmente.
Malgrado il verso della moneta rappresenti la dea Vittoria, Teodosio era un difensore della fede cristiana e promosse il cristianesimo ortodosso orientale quale religione ufficiale dell'impero. Durante il suo regno gli Ebrei furono esclusi dal servizio civile e militare e venne loro vietato di costruire nuove sinagoghe. L'imperatore Teodosio II abolì anche la carica di capo del Sinedrio e stabilì che i contributi finanziari degli Ebrei al Sinedrio venissero trasferiti al Ministero del Tesoro imperiale.

Fonte:
timeofisrael.com

Nessun commento:

Tracce di monete bizantine sulla Sindone

Le microparticelle aspirate dalla Sindone di Torino, composte da una lega di oro e di argento con residui di rame (elettro bizantino) (Fot...