domenica 4 agosto 2019

Albania, trovate antiche anfore sul fondo del mare

Albania, una delle anfore datate al VII-V secolo a.C. trovate al largo
delle coste della penisola di Karaburn (Foto: RPM Nautical Foundation)
Un progetto di archeologia subacquea albanese-americano ha permesso il ritrovamento di anfore di 2500 anni fa nel Mar Ionio, al largo delle coste albanesi, che potrebbe indicare un antico naufragio. Si tratta di 22 anfore che giacevano ad una profondità di 40-60 metri sul fondale nei pressi della penisola di Karaburun.
L'archeologo Mateusz Polakowski ha affermato che si tratterebbe di anfore di tipo corinzio A, datate ad un periodo tra il VII e il V secolo a.C. Ora gli archeologi hanno in progetto di indagare i fondali per trovare tracce del probabile naufragio.
L'archeologo albanese Neritan Ceka ha affermato che le anfore sono del tipo utilizzate per il trasporto del vino originarie di Kerkira, trovate già a Durazzo, ad Apolonia ed in altre zone dell'entroterra albanese. Esse stanno ad indicare la presenza di un intenso commercio durante la seconda metà del VII secolo a.C. lungo la costa albanese.
Se confermata la presenza di un relitto al largo delle coste albanesi, quest'ultimo potrebbe associarsi alla fondazione delle due principali città presenti sulla costa albanese, Dyrrachium (odierna Durres) e Apolonia, entrambe porte d'accesso alla via Egnatia, l'antica strada per il commercio con l'Oriente.

Fonte:
apnews.com

Nessun commento:

Tracce di monete bizantine sulla Sindone

Le microparticelle aspirate dalla Sindone di Torino, composte da una lega di oro e di argento con residui di rame (elettro bizantino) (Fot...