domenica 4 agosto 2019

Olanda, la II Coorte romana è stata qui

Olanda, il frammento di palo in legno con l'iscrizione della II Coorte
(Foto: dutchnews.nl)
Gli scavi preparatori per un lavoro sull'autostrada di Rijnland hanno portato alla luce un palo di legno con l'incisione "COH II CR".
Nel settembre 2018 è stato scoperto un tratto di strada romana lungo 125 metri e da allora gli archeologi hanno estratto 470 pali di legno, nessuno dei quali recava incisioni.
Il sito di scavo è parte del limes romano, l'antico confine settentrionale dell'impero romano ed è stato proposto come patrimonio mondiale dell'Unesco per il 2021. L'iscrizione risale al 125 d.C. ed è l'abbreviazione di "Cohors II Civium Romanorum". Si riferisce ad un gruppo di 500 soldati reclutati dai ranghi civili romani, specializzati nella realizzazione e supervisione dei lavori di costruzione.
Jasper de Bruin, del Museo Archeologico RMO di Leida, ha affermato che si tratta di un ritrovamento unico per i Paesi Bassi. "Non sapevamo se la strada romana fosse stata costruita da soldati, da civili o da schiavi. Ora possiamo concludere che 2000 anni fa la seconda coorte dei civili romani costruì la stra vicino a Valkenburg".
L'esame dei pali di legno mostra il modo sistematico di procedere nel lavoro dei romani. I pali, tutti di lunghezza uguale, furono ricavati dal legno di alberi dei boschi circostanti e poi conficcati nel terreno. La costruzione della strada venne realizzata con precisione militare.

Fonte:
dutchnews.nl

Nessun commento:

Tracce di monete bizantine sulla Sindone

Le microparticelle aspirate dalla Sindone di Torino, composte da una lega di oro e di argento con residui di rame (elettro bizantino) (Fot...