sabato 10 agosto 2019

Svizzera, la sepoltura della donna celta

Ricostruzione della sepoltura femminile rinvenuta in Svizzera
(Ricostruzione: Arnt fur Stadtebau. Stadt Zurich)
In Svizzera è stata rinvenuta la sepoltura di una donna celta vissuta nell'Età del Ferro, 2200 anni fa. La donna indossava vesti colorate ed era stata sepolta in un tronco di legno scavato. I ricercatori hanno appurato che, al momento della morte, la donna aveva 40 anni ed aveva lavorato poco, nel corso della sua vita. L'analisi dei denti ha evidenziato che ha mangiato molti amidacei e cibi zuccherati.
La donna è stata sepolta in un tronco d'albero scavato, con la corteccia intatta all'esterno. I resti della donna erano stati rinvenuti nel 2017, durante un progetto di costruzione nei pressi di una scuola in un distretto di Zurigo. Un'analisi isotopica delle ossa ha rivelato che la defunta era nata e cresciuta là dove era stata sepolta.
Gli archeologi si sono incuriositi sulla chiusura della collana che indossava la donna. Entrambe le estremità della collana avevano una spilla che sorreggeva una stringa in vetro blu e giallo con inserti ambrati. La donna indossava anche bracciali in bronzo ed una catena con ciondoli appesi.
I resti della donna erano sepolti a circa 80 metri dalla tomba di un uomo rinvenuta nel 1903, quando era in costruzione la palestra della scuola. L'uomo era stato sepolto con spada, scudo e lancia. Poiché i due sono stati sepolti nello stesso decennio, è possibile che appartenessero alla stessa famiglia.

Fonte:
livescience.com

Nessun commento:

Tracce di monete bizantine sulla Sindone

Le microparticelle aspirate dalla Sindone di Torino, composte da una lega di oro e di argento con residui di rame (elettro bizantino) (Fot...