giovedì 18 ottobre 2012

Aztompa, centro cerimoniale abbandonato?

La piramide di Aztompa, Messico
Si torna a parlare del complesso sepolcrale di Atzompa, in Messico. Le sepolture risalgono ad un periodo compreso tra il 650 e l'850 d.C. e faceva parte di un quartiere della nobiltà zapoteca. Gli Zapotechi erano una civiltà precolombiana della Valle di Oaxaca la cui storia iniziò 2600 anni fa. Nel XV secolo gli Aztechi li sottomisero.
I dipinti ritrovati all'interno delle sepolture di Aztompa non rappresentano figure umane e riguardano, con tutta probabilità, il gioco della palla, un'attività dai caratteri religiosi comune a molti popoli preispanici della Mesoamerica. Si trattava di una sorta di calcio e pallacanestro insieme, che richiedeva l'utilizzo di una palla di gomma dura e prevedeva il sacrificio rituale dei perdenti.
La piramide di Atzompa si affaccia sulle vette della Sierra Juàrez. E' alta 6,6 metri e contiene tre tombe sovrapposte collegate da una scala centrale. E' la prima volta che si trovano sepolture disposte in una struttura a se stante e non sotto il pavimento di un palazzo. La piramide si trova al margine di un grande piazzale vicino ad uno dei tre campi dedicati al gioco della palla.
Gli archeologi ritengono che Aztompa dipendesse da Monte Albàn e che ne fosse, addirittura, un quartiere. Pensano, anche, che il sito fosse stato abbandonato per ragioni sconosciute intorno all'850 d.C..
Posta un commento

La tempesta Ophelia fa scoprire un antico scheletro

I resti scoperti su una spiaggia irlandese (Foto: Jim Campbell) Resti scheletrici che si ritiene risalgano all' Età del Ferro sono...