sabato 13 ottobre 2012

Scavi a Urvich

Resti della fortezza di
Urvich
Gli archeologi hanno iniziato a scavare la fortezza medioevale di Urvich, a 20 chilometri dalla capitale della Bulgaria Sofia. Tra i primi ritrovamenti vi sono anelli di bronzo, orecchini ed oggetti di uso personale in bronzo e ferro.
La fortezza di Urvich si trova vicino al corso del fiume Iskar e si pensa che risalga al XIII secolo, durante il periodo del Secondo Regno Bulgaro. I lavori di scavo hanno preso inizio da una grande necropoli situata nei pressi della fortezza e del vicino monastero. Le scoperte più recenti riguardano il periodo veneziano, dal XIII al XVI secolo e quello turco, con il ritrovamento di alcune monete. Già nel 2011, presso la vicina chiesa di S. Elia, sono state ritrovate 18 monete in argento.
La storia locale vuole che la giovane vedova dello zar Ivan Assen V avesse preso i voti nel monastero di S. Elia dopo la morte del marito.
La fortezza di Urvich ha avuto un ruolo di primo piano nella difesa di Sofia durante l'invasione ottomana del 1371-1382.
Posta un commento

Sicilia, nuove scoperte nella villa di Realmonte

Gli archeologi sul sito dell'antica villa di Realmonte, in Sicilia (Foto: USF) Gli archeologi hanno scoperto nuovi reperti di un...