lunedì 8 luglio 2013

I Maya di El Salvador

Gli oggetti ritrovati nella regione di Nuevo Lourde, El Salvador
Antichi siti maya sono stati recentemente rintracciati a El Salvador grazie al ritrovamento di sei vasi completi del periodo Tardo Classico e resti umani, ritrovati accanto ad una serie di offerte rituali risalenti ad almeno 1200 anni fa.
I ritrovamenti sono particolarmente importanti perché tracciano i confini di un villaggio. A fare la scoperta alcuni operai che lavoravano in un cantiere edilizio e che stavano scavando un fosso per deporvi le tubazioni dell'acqua. Gli uomini si sono imbattuti in pezzi di ceramica rotti e schegge di ossidiana. Sono stati chiamati subito gli archeologi.
I ricercatori hanno anche ritrovato tracce di un campo di canna da zucchero di circa 500 metri quadrati. La zona era stata coperta da uno strato di cenere vulcanica proveniente dall'eruzione del vulcano El Boqeron o del vulcano Quezaltepeque. Sotto il primo strato di cenere, gli archeologi anno ritrovato un altro strato di cenere appartenente ad un altro vulcano.
I resti umani, di cui si deve ancora stabilire il sesso, fanno pensare che i coloni maya avevano deciso di risiedere stabilmente nella regione di Nuevo Lourdes, che è vicino a due fiumi: il Sucio e il Lempa. La fine della comunità è stata quasi certamente determinata dalle eruzioni vulcaniche.
E' stato stabilito che i ritrovamenti, compresi i resti scheletrici, risalgono ad un periodo compreso tra il 400 e il 536 d.C.. Alcuni oggetti, però, sono stati datati al 600-900 d.C.. Anche se è un piccolo Paese, El Salvador ospita ben 670 siti archeologici registrati, molti dei quali appartenenti alla civiltà Maya.
Posta un commento

Sicilia, nuove scoperte nella villa di Realmonte

Gli archeologi sul sito dell'antica villa di Realmonte, in Sicilia (Foto: USF) Gli archeologi hanno scoperto nuovi reperti di un...