mercoledì 7 agosto 2013

Ritrovata una tomba sarmata in Russia

La sepoltura della donna sarmata (Foto: State Teachers
Training University of Bashkortostan)
Gli archeologi russi hanno ritrovato la camera di sepoltura intatta di una donna nobile appartenente ad una potente tribù che vagava nelle steppe euroasiatiche circa 2500 anni fa, nel sud della Russia.
I Sarmati, questa era la tribù alla quale apparteneva la donna, era un gruppo di lingua persiana che controllava quello che attualmente è parte del sud della Russia, l'Ucraina e l'Asia centrale dal 500 a.C. fino al 400 d.C.. I Sarmati sono stati spesso citati dagli antichi storici greci ed hanno lasciato tombe di lusso con manufatti in oro e bronzo di squisita fattura.
La sepoltura sarmata ritrovata nei pressi del villaggio di Filippovka, nella regione di Orenburg non è stata depredata. All'interno gli archeologi hanno ritrovato un grandissimo bollitore in bronzo, gioielli, uno specchio d'argento e quello che sembra essere un contenitore per cosmetici. La sepoltura si trovava a circa 4 metri dalla superficie del terreno. Lo scheletro della defunta era ancora coperto di gioielli e decorazioni e lo specchio in argento, che ha un manico in oro, era nella sua mano sinistra.
Posta un commento

La tempesta Ophelia fa scoprire un antico scheletro

I resti scoperti su una spiaggia irlandese (Foto: Jim Campbell) Resti scheletrici che si ritiene risalgano all' Età del Ferro sono...