mercoledì 7 agosto 2013

Ritrovato un Ospedale crociato a Gerusalemme

Le strutture dell'Ospedale crociato di Gerusalemme
Durante degli scavi archeologici nella città vecchia di Gerusalemme, gli archeologi israeliani hanno scoperto una struttura di grandi dimensioni, con archi e gallerie, appartenente ad un ospedale dell'epoca delle Crociate (1099-1291).
Il direttore dello scavo per conto dell'Israel Antiquities Authority, Renee Forestany, ritiene che questo ospedale crociato era in grado di ospitare fino a duemila degenti. L'edificio è attualmente proprietà del Waq, l'autorità per i beni islamici inalienabili, e si trova nel quartiere cristiano dell'antica cittadella di Gerusalemme, nella zona conosciuta come Muristan. Qui, fino a qualche anno fa, si svolgeva un mercato di frutta e verdura.
Scavi israeliani nell'Ospedale crociato
La struttura ritrovata sarebbe solo una piccola parte di un ospedale che, secondo le stime, copriva una superficie di circa un ettaro e mezzo. Vi compaiono numerosi pilastri ed archi di più di sei metri di altezza. Sembrerebbe che a gestire il nosocomio fosse l'Ordine di San Giovanni dell'Ospedale di Gerusalemme, i cui membri avevano solennemente giurato di prendersi cura e assistere i pellegrini che si recavano in Terra Santa. Essi accoglievano, nell'ospedale, malati, donne e bambini anche di altre confessioni religiose. Gli orfani, in particolare, erano seguiti con attenzione e, una volta cresciuti, entravano a far parte dell'ordine. Per le cure ai degenti, l'Ordine si serviva anche di medici arabi musulmani, le cui competenze erano già note.
L'ospedale crollò in seguito ad un terremoto nel 1457 e le sue rovine rimasero sepolte fino al periodo ottomano. Nel Medioevo parte della struttura fu adibita a stalla (sono state ritrovate numerose ossa di cavalli e cammelli).
Posta un commento

La tempesta Ophelia fa scoprire un antico scheletro

I resti scoperti su una spiaggia irlandese (Foto: Jim Campbell) Resti scheletrici che si ritiene risalgano all' Età del Ferro sono...