domenica 29 settembre 2013

Scoperte antiche trappole per felini

La trappola ritrovata nel Negev (Foto: Naomi Porat)
Gli archeologi hanno individuato una trappola per leopardi risalente a 5000 anni fa nel deserto del Negev, in Israele. La trappola è stata inizialmente ritenuta meno antica perché identica a trappole utilizzate per anni dai beduini del deserto che vivevano, fino al secolo scorso, nella zona.
Almeno 500 trappole piuttosto semplici sono state ritrovate, finora, nel deserto del Negev, nel sud di Israele. Trappole che, spesso, non si distinguono dal paesaggio circostante. Appaiono come un mucchio di pietre, un tumulo, e ci vuole un buon occhio per capirne la reale natura. Scavando, poi, attorno a questo mucchio di pietre, si capisce esattamente di cosa si tratta. Il felino veniva attratto da un pezzo di carne legato ad una corda collegata ad una sorta di botola sul terreno. Quando l'animale tirava la carne, la corda faceva aprire la botola che precipitava lo sfortunato felino nella trappola.
La trappola appena ritrovata nel Negev risale a circa 5000 anni fa, ma ce ne sono altre, pressoché identiche, che risalgono a 1600 anni fa, il che fa pensare che questo modello rimase invariato per diverse migliaia di anni. Oltre ai leopardi, le trappole servivano per attirare volpi, lupi, iene e caracal, gatti con lunghe orecchie, molto comuni in tutto il Medio oriente.
Le trappole sono state ritrovate vicino ad antichi recinti utilizzati per custodire pecore e capre, probabilmente perché i pastori avevano la necessità di proteggere le greggi.
Posta un commento

Sicilia, nuove scoperte nella villa di Realmonte

Gli archeologi sul sito dell'antica villa di Realmonte, in Sicilia (Foto: USF) Gli archeologi hanno scoperto nuovi reperti di un...