sabato 19 ottobre 2013

Riscoperta una grotta neanderthaliana

Grotta di La Cotte de St Helier, nel Jersey
Un sito archeologico chiave, nel quale sono stati conservati depositi geologici che si pensavano perduti in uno scavo di cento anni fa, è stato recentemente riscoperto dagli archeologi a La Cotte de St Helier, una grotta posta sulla costa sudorientale del Jersey.
Il sito contiene sedimenti risalenti all'ultima era glaciale e reca, pressoché sigillati, i cambiamenti climatici intervenuti in 250 mila anni. In esso erano custoditi anche strumenti di pietra forgiati dall'uomo di Neanderthal. Gli archeologi dell'University College di Londra hanno datato i sedimenti del sito utilizzando una tecnica chiamata luminescenza otticamente stimolata, che misura l'ultima volta in cui i granelli di sabbia contenuti nella grotta sono stati esposti alla luce solare.
I risultati dell'analisi mostrano che una parte dei sedimenti può essere datata ad un periodo compreso tra i 100.000 e i 47.000 anni fa, il che indica che i denti dei Neanderthal scoperti nella grotta nel 1910 erano più recenti di quanto si pensasse e probabilmente appartenevano ad uno degli ultimi uomini di Neanderthal che vivevano nella regione.
Posta un commento

La tempesta Ophelia fa scoprire un antico scheletro

I resti scoperti su una spiaggia irlandese (Foto: Jim Campbell) Resti scheletrici che si ritiene risalgano all' Età del Ferro sono...