sabato 19 ottobre 2013

Il principe di Tarquinia era...una principessa!

I resti della principessa etrusca nella tomba intatta trovata a Tarquinia
Ha destato molto scalpore la scoperta di una sepoltura etrusca intatta a Tarquinia. In essa è stato ritrovato, oltre al corredo funerario, anche lo scheletro del defunto che, al principio, era stato ritenuto un guerriero deposto con una lancia e le ceneri della moglie.
Ora l'analisi delle ossa del defunto ha rivelato che lo scheletro apparteneva ad una donna. Essa giaceva su una piattaforma mentre un altro scheletro semicombusto giaceva poco lontano. Tra le ceneri sono stati ritrovati anche pezzi di gioielleria, come una collana bronzata.
Inizialmente la lancia ha tratto in inganno gli archeologi, suggerendo che lo scheletro deposto sulla piattaforma più elevata fosse quello di un guerriero, forse un principe etrusco. I gioielli sono stati attribuiti, pertanto, al secondo scheletro, ritenuto essere quello della moglie del "guerriero". L'analisi delle ossa, però, ha rivelato che lo scheletro che tiene la lancia è quello di una donna di 35/40 anni di età, mentre il secondo scheletro è quello di un uomo.
Alcuni archeologi pensano che la lancia, a questo punto, possa essere un simbolo di unione tra i due defunti, mentre altri ritengono, viceversa, che si tratti di un simbolo dell'alto lignaggio della defunta.
Posta un commento

Sicilia, nuove scoperte nella villa di Realmonte

Gli archeologi sul sito dell'antica villa di Realmonte, in Sicilia (Foto: USF) Gli archeologi hanno scoperto nuovi reperti di un...