domenica 16 febbraio 2014

Un tunnel sotto lo stretto di Messina?

Un tratto di un tunnel sotterraneo scoperto in
Germania (Foto: Heinrich Kusch)
Sotto lo stretto di Messina è stato scoperto un tunnel sotterraneo di epoca romana. La scoperta è stata effettuata da un gruppo di operai che stavano facendo dei carotaggi sul tratto autostradale tra Villa San Giovanni e Scilla.
Gli archeologi della Soprintendenza, immediatamente intervenuti, hanno affermato che il tunnel, profondo tra gli 80 e i 200 metri e lungo più di tre chilometri, dovrebbe collegare le due sponde dello stretto. L'esame al C14 ha dato una datazione riconducibile alle guerre puniche (264-241 a.C.) e si pensa possa essere stato utilizzato dalle truppe romane che si recavano in Sicilia. In seguito il tunnel venne usato come riparo dai bombardamenti dell'ultima guerra mondiale.
Gli archeologi ed i geologi ritengono che questo tunnel faccia parte di una vera e propria rete di percorsi sotterranei che si estende in tutta la Sicilia. "Solo a Villa San Giovanni abbiamo trovato 700 meri di questa rete di tunnel sotterranei. - Ha dichiarato l'archeologo Marco Manti. - A Ganzirri ne abbiamo trovati altri 350. Si tratta di cavità ampie solo 170 centimetri, appena sufficienti a permettere il passaggio di una persona. I tunnel sono intervallati da piccole camere di stoccaggio e posti a sedere".
Ora si sta operando per mettere in sicurezza il tunnel e consentire ad un gruppo di geologi di effettuarvi un'ispezione.
Posta un commento

Emergono altri frammenti del colosso di Psammetico I

Parte posteriore del pilastro del faraone Psammetico I (Foto: Ministero delle antichità) La missione archeologica egiziano-tedesca ha ...