venerdì 7 marzo 2014

Le tombe di Elefantina

Una delle raffigurazioni parietali di una delle tombe di Elefantina
(Foto: Nevine El-Aref)
Un'altra scoperta in Egitto, una scoperta accidentale, un gruppo di tombe scavate nella roccia dell'isola di Elefantina, con sepolture che vanno dall'epoca preistorica a quella greco-romana.
I primi studi sulle pitture che compaiono sulle pareti delle tombe, rivelano che si tratta di affreschi risalenti al Nuovo Regno. Questa scoperta potrebbe cambiare la storia dell'isola di Elefantina. Una delle tombe appartiene ad un funzionario dell'isola di nome User, principe di Elefantina durante il Nuovo Regno. La tomba di User è decorata in modo accurato, con scene che raffigurano il defunto con la sua famiglia e con diverse divinità. Tra gli affreschi vi è quello che rappresenta User con una pelliccia di leopardo, in compagnia di cinque sacerdoti, di fronte ad un tavolo per le offerte.
Una seconda sepoltura appartiene a Ba-Nefer, supervisore dei sacerdoti di Elefantina. Anche Ba-Nefer è raffigurato con la famiglia e con alcune divinità. Il titolare della terza tomba è un certo Amen Hotep, quello della quarta è User Wadjat. La tomba di Amen Hotep ha una splendida facciata decorata con testi in geroglifico. Le pareti interne contengono rappresentazioni del defunto con la moglie.
Le sepolture sono attualmente in fase di restauro per poter essere presto visitabili dai turisti.
Posta un commento

La tempesta Ophelia fa scoprire un antico scheletro

I resti scoperti su una spiaggia irlandese (Foto: Jim Campbell) Resti scheletrici che si ritiene risalgano all' Età del Ferro sono...