domenica 8 giugno 2014

Ritrovati i resti di Olaf, re vichingo d'Irlanda?

Parte della mascella del giovane vichingo
sepolto ad Auldhame (Foto: BBC.com)
Alcuni resti ossei scavati nel 2005 in Irlanda appartengono ad un giovane maschio adulto, seppellito con una serie di elementi indicativi del suo alto rango sociale. La scoperta ha portato gli archeologi e gli storici ad ipotizzare che questo scheletro appartenga a re Olaf oppure ad un membro del suo entourage.
Olaf apparteneva alla dinastia Uì Imar, che nel 937 d.C. sconfisse i rivali Norvegesi a Limerick ed arrivò ad avanzare pretese sul trono di York. Olaf sposò la figlia di re Costantino II di Scozia e strinse alleanza con Owen I di Strathclyde. Gli studiosi pensano che sia stato sepolto vicino al luogo dove si svolse la battaglia di Auldhame, nella contea di Meath, in Irlanda.
Al momento gli antropologi posseggono solo prove indiziarie sull'identità del guerriero dissepolto nel 2005, ma si dicono convinti che la percentuale che i resti appartengano ad un re irlandese di origine vichinga sono molto alte.
Posta un commento

Emergono altri frammenti del colosso di Psammetico I

Parte posteriore del pilastro del faraone Psammetico I (Foto: Ministero delle antichità) La missione archeologica egiziano-tedesca ha ...