domenica 20 luglio 2014

Mosaico non-biblico ritrovato in Israele

Particolare del mosaico non-biblico di Huqoq
(Foto: Jim Haberman)
I ricercatori dell'Università del North Carolina, della Bringham University, della Trinity University del Texas, dell'Università di Toronto e dell'Università del Wyoming affermano di aver scoperto il primo mosaico rappresentante una scena non biblica in un'antica sinagoga. Il ritrovamento è stato fatto in un edificio religioso di V secolo d.C. ad Huqoq, nella bassa Galilea.
Il mosaico scoperto recentemente (2013), va ad aggiungersi ad altri due mosaici che raffigurano scene tratte dalla Bibbia. Esso ha un programma iconografico completamente diverso dagli altri due ed è diviso in tre registri lungo il corridoio est della sinagoga. Si vede un toro che perde sangue copioso dalle ferite infertegli da alcune lance ed anche un soldato morente che regge uno scudo. Gli altri due registri contengono rappresentazioni di giovani uomini che circondano un uomo anziano raffigurato seduto con una pergamena. Un soldato barbuto è raffigurato con un abito da battaglia elaborato e un mantello viola, mentre sta trascinando un grande toro per le corna. Il soldato è accompagnato da una falange di soldati e di elefanti i cui fianchi sono protetti da scudi. Il soldato va all'incontro con un uomo dai capelli grigi, che indossa una tunica cerimoniale bianca ed un mantello, accompagnato da alcuni giovani con le spade sguainate, anch'essi vestiti di tuniche cerimoniali bianche e mantelli.
Anche nella sinagoga di Beit Alpha, in Israele, è stato rinvenuto, tempo fa, un mosaico con la raffigurazione non-biblica dei segni zodachiali, ma il terzo mosaico di Huqoq è il primo racconto non-biblico rinvenuto in una sinagoga. Non è facile identificare le figure presenti nel mosaico, dal momento che la Bibbia ebraica non cita frequentemente degli elefanti. Questi ultimi sono spesso associati ad Alessandro Magno e ad altri eserciti greci. Alcuni studiosi pensano che la scena del mosaico si riferisca proprio al condottiero macedone e alla leggenda che vuole il suo incontro con un sommo sacerdote ebraico.
Il terzo mosaico di Huqoq, tuttavia, è la dimostrazione della continuità del giudaismo in Galilea all'indomani del 70 d.C., data della distruzione di Gerusalemme da parte dei Romani e fino al periodo bizantino.
Posta un commento

I misteri di Bryn Celli Ddu, Galles

Bryn Celli Ddu, la tomba neolitica sull'isola di Anglesey (Foto: Alamy Stock) Gli archeologi hanno scoperto, sull' isola di Ang...