domenica 24 agosto 2014

Piramidi giapponesi

Una parte appena scavata del tumulo di Asuka
(Foto: Asuka Mura Public Office)
E' stato scoperto, in Giappone, un grande tumulo sepolcrale nel villaggio di Asuka, nella prefettura di Nara, contenente una tomba piramidale. I lavori di scavo sono ancora in corso, ma gli archeologi hanno già ipotizzato una possibile data di costruzione: metà del VI secolo d.C.
La scoperta va ad aggiungersi a quella di misteriose pietre di granito dalle forme particolari rinvenute in tutta la regione. La sepoltura piramidale è stata chiamata tomba Miyakozuka. Si tratta di una piramide a gradoni formata da più strati di pietra. Finora gli archeologi hanno scavato tre lati della piramide. Il tumulo di terra che la ricopriva era alto 7 metri. Secondo gli esperti la struttura di questa sepoltura è molto simile a quelle risalenti al regno di Koguryo (III secolo a.C. - VII secolo d.C.), che regnò sul nordest della Cina e sulla parte settentrionale della penisola coreana.
La tomba Mihyakozuka ad Asuka vista dall'alto
(Foto: Masaki Yamamoto)
Il villaggio di Asuka è conosciuto per la sua antichità e l'interesse storico dei monumenti che vi si trovano. Gli archeologi non hanno ancora identificato chi fosse sepolto sotto la piramide a gradoni. Probabilmente si tratta di Soga no Iname, un governatore della dinastia Yamato morto nel 570 d.C.. Soga no Iname era uno statista di grande spessore, che si occupò, tra l'altro, di tenere sotto controllo l'immigrazione dalla Cina e dalla penisola coreana e che si impegnò nel progresso culturale e tecnologico della sua gente. Egli aveva uno stretto legame con il regno Koguryo.
La nave di pietra di Masuda (Foto: Asuka-park.go.jp)
Nel villaggio di Asuka si trova anche un altro monumento funebre, quello di Ishibutai, costruito nel VII secolo d.C. per Soga no Umako, figlio di un Soga no Iname, morto nel 626 d.C.. Il monumento più grande del villaggio, però, resta la nave di pietra di Masuda, una scultura in pietra che si erge vicino una delle colline di Asuka, alta 4,7 metri per una lunghezza di 11 e una larghezza di 8. La scultura pesa ben 800 tonnellate, la sua parte superiore è stata completamente squadrata.
Numerose sono le ipotesi avanzate per questa straordinaria ed unica struttura. Si pensa che il monumento sia stato scolpito per commemorare la creazione del lago Masuda, che era un tempo situato nelle vicinanze e che ora non è visibile in quanto prosciugato e parte della città di Kashiwara. Alcuni studiosi, però, hanno suggerito che la nave di pietra di Masuda sia, in realtà, una tomba incompiuta oppure un osservatorio astronomico.
La linea di cresta della parte superiore della nave di pietra di Masuda corre parallela alla cresta della montagna di Asuka ed è allineata con il tramonto in un determinato giorno dell'anno, all'inizio della primavera, importante nel calendario agricolo giapponese basato sui cicli della luna.
Posta un commento

Sicilia, nuove scoperte nella villa di Realmonte

Gli archeologi sul sito dell'antica villa di Realmonte, in Sicilia (Foto: USF) Gli archeologi hanno scoperto nuovi reperti di un...