domenica 25 gennaio 2015

Trovato il corridoio della Piramide di Cheope

Corridoio della Piramide di Unas
Erano anni che si cercava il corridoio rialzato che permetteva l'accesso alla Grande Piramide di Cheope. Il passaggio è stato finalmente localizzato da un residente della piana di Giza che, mentre stava scavando illegalmente sotto casa sua, ha scoperto il tunnel che porta alla piramide di Cheope. Lo scavo dell'uomo si era spinto fino a 10 metri di profondità.
Il Ministero del Turismo e delle Antichità egiziano ha messo a capo di una commissione di indagine l'archeologo Kamal Wahid, con l'incarico di valutare la portata della scoperta. La relazione finale conferma la scoperta del tunnel che porta alla Grande Piramide.
Si pensa che, anticamente, il complesso consistesse in un tempio situato vicino al Nilo, collegato da una lunga strada rialzata che portava alla Piramide di Cheope. Il corridoio è stato descritto anche dallo storico greco Erodoto, che visitò la Piramide di Cheope nel V secolo a.C.. L'ex ministro per le Antichità, Zahi Hawass, ha stimato che la lunghezza della strada rialzata fosse di circa 825 metri.
Più fortuna ha avuto la strada rialzata che conduce alla Piramide di Chefren, mentre quella che porta alla Piramide di Saqqara è la meglio conservata e può rendere l'idea di come fossero, un tempo, queste costruzioni. Si trattava di un passaggio coperto di circa 720 metri, le cui superfici interne erano decorate con rilievi di alta qualità. L'illuminazione era garantita da una fessura nel tetto del corridoio che correva per tutta la sua lunghezza.
Posta un commento

Sicilia, nuove scoperte nella villa di Realmonte

Gli archeologi sul sito dell'antica villa di Realmonte, in Sicilia (Foto: USF) Gli archeologi hanno scoperto nuovi reperti di un...