martedì 18 agosto 2015

Trovati dodici scheletri sepolti accanto a un castello svedese

Uno degli scheletri trovati al castello di Kalmar, in Svezia
(Foto: Magmus Stibéus/Statens Historiska Museum)
I corpi di tre bambini e di nove uomini sono stati scoperti negli scavi al castello svedese di Kalmar, all'inizio del 2015. Si pensa che queste sepolture risalgano a 500 anni fa.
Due degli scheletri sono stati conservati in bare, mentre gli altri sono stati sepolti nella nuda terra sotto il muro del castello di Kalmar, che è uno dei più famosi siti storici del sud della Svezia. Al momento sono stati individuati almeno 12 scheletri, dei quali due sono bambini di circa due o tre anni di età ed uno di circa 12 anni. Non si sa ancora se i defunti erano gente del luogo o meno.
Permangono i misteri sulla morte di queste persone. L'ipotesi avanzata dai ricercatori è che si tratti di personale di servizio al castello, che si è ammalato ed è morto tra il 1400 e gli inizi del 1500. Probabilmente si è trattato di una morte causata da un'infezione o forse dalla peste.
Il castello di Kalmar è stato costruito intorno ad un porto. In precedenza era una fortezza che doveva difendere gli abitanti della regione nei confronti dei loro vicini. Venne trasformato in castello nel XVI secolo ma venne danneggiato da un incendio nel 1642 e cadde in rovina.
Posta un commento

Torna alla luce un antico insediamento messapico

Gli scavi nel nuovo insediamento messapico di Nardò (Foto: quotidianodipuglia.it) Un insediamento fortificato di età messapica : è l...