domenica 27 settembre 2015

Trovata in Turchia una sala ed un trono delle "udienze"

Il basamento per trono di Arslantepe scoperto dagli archeologi italiani
(Foto: Marcella Frangipane)
I resti del basamento di un trono di 5000 anni fa sono stati rinvenuti durante scavi archeologici in Turchia. I resti sono stati scoperti ad Aslantepe, nella parte orientale della provincia turca di Malatya. La struttura è formata da una piattaforma sollevata su tre gradini, in cima alla quale sono stati trovati dei frammenti di legno bruciato. Questi ultimi erano, forse, i resti di una sedia o di un trono. Gli scavi sono diretti dalla Professoressa Marcella Frangipane, dell'Università "La Sapienza" di Roma.
La Professoressa Frangipane sta lavorando per portare alla luce un enorme complesso risalente al IV millennio a.C., una sorta di palazzo tra i più antichi del mondo, molto ben conservato, con le pareti che superavano i due metri di altezza. Il complesso palaziale comprendeva due templi, ripostigli, vari edifici ed un ampio corridoio d'ingresso. Alcune pareti sono decorate con motivi geometrici di colore rosso e nero.
Nelle ultime due campagne di scavo gli archeologi italiani hanno scoperto un ampio cortile raggiungibile attraverso il corridoio. Nel cortile sono stati trovati i resti di un edificio monumentale. Al suo interno è stata trovata la piattaforma per trono, posizionata in una piccola stanza aperta sul cortile interno. La Professoressa Frangipane ritiene che il re o il capo della comunità utilizzava questa sorta di trono primitivo per dare udienza ai suoi sudditi radunati nella corte del palazzo.
Davanti alla piattaforma dove si trovava il trono, gli archeologi hanno rinvenuto altre due piattaforme più piccole e basse, costruite in mattoni, destinate con tutta probabilità ad ospitare gli "interlocutori" del sovrano. Queste strutture fanno parte del cuore dell'antico palazzo. Qui non si svolgevano riti religiosi, ma cerimonie civili, destinate a rinnovare il potere del sovrano sui suoi sudditi.
Posta un commento

In mostra le lamine d'oro di Tutankhamon

Una delle lamine d'oro di Tutankhamon (Foto: english.ahram.org.eg) Il Ministro Egiziano delle Antichità , Khaled el-Enany , ha inau...