sabato 3 ottobre 2015

Analizzati i calchi degli antichi Pompeiani

Scansione di uno dei calchi degli abitanti di Pompei. Si nota lo
stato di salute dei denti (Foto: Napoli/Giino/Ropi/Zuma Press/Newscom)
I primi risultati dell'analisi con i CT scanners a cui sono stati sottoposti alcuni dei calchi ritrovati a Pompei, mostrano che la popolazione presente in città prima della fatale eruzione aveva, in generale, denti piuttosto grandi ed in buona salute.
La scoperta è stata una sorpresa per gli studiosi, i quali sono a conoscenza della scarsa cura dentale degli antichi e, in particolare, della frangia più povera della popolazione. In realtà si è scoperto che i nostri antenati di duemila anni fa mangiavano molto meglio di noi ed avevano i denti in ottimo stato. Gli antichi pompeiani avevano, infatti, una dieta ricca di frutta e verdura e povera di zuccheri che ha contribuito alla conservazione dei denti.
Finora sono stati analizzati 30 degli 86 gessi presenti a Pompei. I risultati stanno fornendo maggiori dettagli sulla vita degli antichi abitanti della città: le loro malattie, la classe sociale alla quale appartenevano, l'età e la dieta alimentare. Gli studiosi che si stanno occupando di questo importante progetto sono diversi: archeologi, ingegneri informatici, radiologi ed ortodontisti. Oltre allo scanner CT hanno utilizzato un materiale di contrasto che permette di imitare l'aspetto della pelle e dei muscoli per evidenziare le caratteristiche delle vittime.
I gessi di Pompei furono un fortunato espediente dell'archeologo italiano Giuseppe Fiorelli, nel 1866. Fiorelli si prefiggeva di conservare quanto più possibile di ciò che era rimasto degli antichi abitanti. Purtroppo, però, proprio la colata di gesso ha ritardato il processo di analisi della sostanza organica ivi imprigionata, almeno fino ad oggi. Una delle difficoltà incontrate dagli studiosi, infatti, è stata la densità del gesso impiegato per sovraffusione. Una densità simile alle ossa.
Gli scienziati hanno iniziato anche ad analizzare gli animali di cui è stato ricavato il calco, in modo da completare le indagini svolte sugli umani.
Posta un commento

Novità da un antico palazzo minoico sull'isola di Creta

Uno dei reperti del palazzo di Zominthos a Creta (Foto: greece.greekreporter.com) Il Ministero della Cultura greco ha pubblicato nuove ...