sabato 3 ottobre 2015

La maschera funeraria di re Tut era per Nefertiti?

La maschera funeraria di Tutankhamon
Una nuova analisi sulla maschera funeraria in oro di Tutankhamon ha portato ad una nuova teoria radicale, vale a dire che questo artefatto era stato, in origine, creato per Nefertiti, madre di Tutankhamon, co-reggente con Akhenaton.
L'Ahram Online riferisce che l'archeologo Nicholas Reeves ha esaminato la parte posteriore della maschera mortuaria del faraone fanciullo ed ha scoperto che la parte anteriore non corrisponde a quella posteriore. La qualità dell'oro e il materiale utilizzato per ottenere il colore blu sono diversi sulle due parti della maschera funeraria. Le orecchie, poi, ha notato il Dottor Reeves, recano fori ai quali dovevano essere inseriti degli orecchini e non ci sono raffigurazioni di faraoni uomini che indossano orecchini, ha affermato l'archeologo.
Nel corso di una conferenza stampa tenutasi ad Heliopolis, il Dottor Reeves ha affermato che anche l'iscrizione è stata cambiata: "Analizzando nuovamente la maschera ho potuto notare che l'iscrizione all'interno del cartiglio è stata modificata, il che significa che tutti i tesori ritrovati nella tomba di Tutankhamon erano stati in origine fatti per Nefertiti in qualità di co-reggente per suo marito Akhenaton e non per Tutankahmon, come si era precedentemente pensato".
Il Dottor Reeves si sta occupando della ricerca delle camere nascoste all'interno della tomba di Tutankhamon. L'archeologo britannico sostiene che sono state identificate due camere nascoste nelle pareti della tomba del faraone fanciullo, una delle quali, secondo Reeves, potrebbe essere la perduta camera funeraria di Nefertiti.
Posta un commento

Vindolanda, trovate due spade romane

Una delle due spade ritrovate a Vindolanda (Foto: Vindolanda Trust) Due spade romane e due spade giocattolo in legno , simili, queste u...