sabato 7 novembre 2015

Isole del Capo Verde: lapidi e chiesa dell'età coloniale

I resti della chiesa scoperta a  Cidada Velha, nelle Isole di Capo Verde
(Foto: ancient-origins.net)
Le Isole di Capo Verde, situate nel sud dell'Oceano Atlantico, tra l'Africa e il sud America, sono state un importante centro per il commercio degli schiavi. Gli archeologi hanno scoperto, su una delle isole, una chiesa del XV secolo che è il più antico monumento religioso europeo dell'Africa sub-sahariana. Sotto l'edificio religioso, onorato con una grande lastra tombale, venne seppellito uno schiavo.
I coloni portoghesi fondarono la chiesa intorno al 1470, poco prima che le Isole di Capo Verde divenissero un fiorente mercato di scambio di prodotti ittici e di schiavi. Un paio di secoli dopo le isole vennero attaccate dai pirati.
Le isole vennero scoperte all'incirca nel 1400. Sono di origine vulcanica e si trovano a 500 chilometri circa ad ovest del continente africano. Non c'erano, sulle isole, mammiferi o alberi finquando vennero qui trasportati dai portoghesi nel 1456. I portoghesi non portarono solo piante e animali, ma anche missionari e schiavi che qui venivano raccolti per essere poi spediti nelle piantagioni di tutto il mondo.
Lastre tombali trovate al di sotto della chiesa di
Cidade Velha (Foto: ancient-origins.net)
Gli archeologi hanno trovato un vero e proprio cimitero sotto il pavimento dell'edificio religioso. Essi stimano che siano state sepolte qui più di mille persone a partire dal 1525. Sono state rinvenute anche diverse lapidi di dignitari locali, tra cui la grande lapide dello schiavo Fernao Fiel de Lugo, una sorta di "ministro del tesoro" della città di Cidade Velha, capitale delle Isole di Capo Verde, dal 1542 al 1557. Un'analisi preliminare dei corpi ha rivelato che la metà delle persone sepolte sotto la chiesa erano di origini africane, mentre l'altra metà era di origine europea. I ricercatori hanno intenzione, ora, di riesumare quel che rimane dei corpi per analizzarli con gli isotopi: in questo modo potranno conoscere meglio la storia di questa gente che proveniva dall'Africa. Vi sono ancora altre 22 città analoghe a Cidade Velha da esplorare nelle Isole.
Le Isole di Capo Verde furono presto oggetto di attacchi di pirati che assediarono gli isolani. Nel 1712 il corsaro francese Jacques Cassard portò un massiccio attacco a Cidade Velha che determinò il progressivo decadimento del centro urbano. Un ulteriore colpo all'economia delle isole fu la messa al bando della schiavitù nel XIX secolo.
Gli archeologi scavano a Cidade Velha dal 2007. La chiesa che hanno scoperto e indagato è ora visibile al pubblico.
Posta un commento

Un antico torchio per l'uva nel deserto del Negev

Il torchio di Ramat Negev (Foto: D. Dagan, Israel Antiquities Authority) Nella regione del Negev , in Israele , è stato scoperto un gr...