lunedì 23 novembre 2015

L'anello di Cupido...

L'anello ritrovato a Tangley, in Gran Bretagna, con l'immagine di Cupido (Foto: K. Hinds)
Nel villaggio di Tangley, in Gran Bretagna, è stato rinvenuto un anello d'oro finemente intagliato con una pietra recante, incisa, l'immagine di Cupido, il dio associato all'amore erotico. Cupido, che i Greci chiamavano Eros, è rappresentato completamente nudo con una torcia in mano.
L'anello risale a 1700 anni fa circa ed è stato scoperto da un archeologo dilettante "armato" di metal detector. I ricercatori ritengono che il gioiello poteva essere indossato sia da un uomo che da una donna. Esso reca anche dei disegni a spirale.
La pietra sulla quale è inciso Cupido è di nicolo, un tipo di onice scura alla base e bluastra nella parte superiore. Cupido è appoggiato ad una piccola colonna tortile e mostra delle piccole ali che contribuiscono ad identificarlo. Le raffigurazioni del giovane dio erano molto popolari, nell'antichità, e molti anelli recavano pietre incise con l'immagine del dio dell'amore. Il design del gioiello da poco ritrovato indica che venne creato intorno al IV secolo d.C.
Le prime rappresentazioni artistiche di Cupido e della sua compagna Psiche risalgono ad almeno 2500 anni fa. Apuleio, autore della più famosa favola che vede protagonista i due giovani, "Amore e Psiche", dipinge Cupido come un giovane molto seducente, armato di arco e frecce, dal carattere piuttosto dispettoso.
Posta un commento

Torna alla luce un antico insediamento messapico

Gli scavi nel nuovo insediamento messapico di Nardò (Foto: quotidianodipuglia.it) Un insediamento fortificato di età messapica : è l...