domenica 31 luglio 2016

Memorie dell'antico monastero di Lindisfarne

La lapide circolare trovata a Lindisfarne (Foto: DigVentures)
Gli esperti del Dipartimento di Archeologia dell'Università inglese di Durham hanno trovato quella che pensano essere la prova dell'esistenza di uno dei primi monasteri insediati sull'isola sacra di Lindisfarne, in Northumberland. Si tratta di un raro esempio di lapide anglosassone.
Questa lapide, di forma ovale e forgiata nell'arenaria, è stata datata al VII-VIII secolo d.C.. Gli esperti pensano che le lettere incise - "Frith" - ancora visibili sull'arenaria, siano la parte terminale del nome di un monaco commemorato appunto dalla lapide. "Frith" è un elemento piuttosto comune nei nomi anglosassoni.
Malgrado la lapide non corrispondesse in apparenza ad una sepoltura, sono stati trovati nei pressi frammenti di ossa, ad indicare che vi era, non lontana, una necropoli. Pietre analoghe sono state trovate solamente a Lindisfarne e ad Hartlepool, dove sorgeva un monastero associato con Aidan, il primo abate di Lindisfarne.
Il primo monastero sulla santa isola di Lindisfarne era, al tempo degli anglosassoni, un importante centro della cristianità. I Vangeli di Lindisfarne sono conosciuti perché splendidamente illustrati e sono considerati uno dei più preziosi tesori religiosi della Gran Bretagna. Il monastero di Lindisfarne è stato uno dei primi ad essere stati saccheggiati dai Vichinghi nell'VIII secolo d.C.. Proprio il ripetersi di questi raid convinse i monaci a lasciare l'isola ed a stabilirsi dove oggi sorge la cattedrale di Durham.
Non è nota la posizione esatta dell'antico monastero di Lindisfarne. I ricercatori hanno indagato il terreno con i mezzi più moderni e sofisticati.
Posta un commento

I misteri di Bryn Celli Ddu, Galles

Bryn Celli Ddu, la tomba neolitica sull'isola di Anglesey (Foto: Alamy Stock) Gli archeologi hanno scoperto, sull' isola di Ang...