domenica 13 novembre 2016

La chiesa sotterranea di Saint Jean

La chiesa sotterranea di Saint-Jean
(Foto: Sara Hattie / Flickr)
La chiesa sotterranea di Saint Jean è un'imponente chiesa scolpita nella roccia, situata nel villaggio di Aubeterre-sur-Dronne, ufficialmente designato come uno dei borghi più belli di Francia.
La chiesa è stata intagliata nella roccia ma non in una singola roccia. E' una delle più impressionanti chiese del mondo, è stata dotata di tutti ciò che necessita un edificio religioso. Più tardi divenne un cimitero.
Alcune fonti storiche suggeriscono che le persone che hanno scolpito questa chiesa potrebbero essere state ispirate dai racconti dei crociati, che descrivevano le chiese rupestri della Cappadocia, in Turchia. Altri storici sostengono che parte della chiesa siano state costruite prima delle crociate: la piscina battesimale, posta al centro della navata, si pensa risalga ad un periodo compreso tra il IV e il IX secolo d.C.
La chiesa raggiunse la sua attuale forma e dimensione durante il XII secolo, quando una comunità di monaci benedettini di Aubeterre, discepoli di San Mauro, primo discepolo di San Benedetto da Norcia, ampliarono l'edificio religioso originario.
La chiesa è stata anche utilizzata come deposito di oggetti religiosi. Nel pavimento vi sono diversi pozzi, dove, un tempo, erano celate le reliquie. Quelle più importanti, però, erano tenute in un reliquiario posto nell'abside della chiesa. Si tratta di un reliquiario in pietra, che molti pensano sia una replica della tomba di Giuseppe d'Arimatea, nella chiesa del Santo Sepolcro a Gerusalemme. Un altro utilizzo della chiesa è quello di mausoleo.
Sul lato ovest della chiesa vi è una porta scolpita nella roccia, che separa la navata da un'altra struttura. Nel 1958 è stata scoperta, dietro questa porta, una necropoli. All'interno quest'ultima ospitava 80 sarcofagi scavati nella roccia. Non si è ancora ben sicuri della datazione di questa necropoli, anche se si è formulata l'ipotesi che risalga ad epoca pre-cristiana. Altre tombe si trovano all'interno della chiesa: si tratta delle sepolture dei monaci benedettini che la curavano.
Le dimensioni della chiesa sono eccezionali: 27 metri di lunghezza, 16 metri di lunghezza e le sue volte arrivano a 20 metri di altezza. Si compone di un'abside, una navata e un corridoio separato dalla navata da due colonne ottagonali alla loro base. Una galleria collegava una navata ad una scalinata ricavata nella roccia. Originariamente questa galleria era posta all'esterno e serviva da ingresso alla chiesa. In realtà si pensa che questa galleria sia stata utilizzata soprattutto per il deflusso delle acque piovane raccolte in cima alla scogliera.
Al centro dell'abside vi è il monumento esagonale (reliquiario) di circa 6 metri di altezza e 3 metri di diametro, scolpito in puro stile romanico e composto da due piani. 

Fonti:
ancient-origins.net
rupestre.free.fr
Posta un commento

Emergono altri frammenti del colosso di Psammetico I

Parte posteriore del pilastro del faraone Psammetico I (Foto: Ministero delle antichità) La missione archeologica egiziano-tedesca ha ...