domenica 6 novembre 2016

Riportato alla luce un antico pozzo sacro vicino Liverpool

Il pozzo di Sant'Anna, trovato vicino Liverpool
(Foto: Jamie Quartermaine)
Gli archeologi, in Inghilterra, hanno scavato un pozzo di epoca medioevale che, secondo le leggende locali, conteneva acqua miracolosa che i pellegrini attingevano per curare le malattie di occhi e pelle. La fonte, poco profonda, è conosciuta come fonte (o pozzo) di Sant'Anna e si trova tra Rainhill e Sutton St Helens, vicino Liverpool.
Il pozzo venne costruito in onore di Sant'Anna, madre della Vergine Maria, che aveva qui un culto durante il periodo tardo medioevale (1066-1485 d.C.). La leggenda vuole che Sant'Anna si sia aspersa con le acque del pozzo, donando ad esse poteri di guarigione. Si dice, anche, che in un monastero vicino vivessero dodici monaci prima che Enrico VIII chiudesse tutti gli edifici religioso. L'affluenza dei pellegrini è diventata, con il tempo, così importante che è stato costruito, attorno al pozzo, un piccolo locale affidato alla custodia di due monaci.
Le storie locali vogliono che l'amministratore di un vicino proprietario terriero, di nome Hugh Darcy, ebbe a discutere con il priore del monastero che sorgeva vicino al pozzo, padre Delwaney, sull'accesso dei pellegrini al pozzo attraverso i terreni. In seguito il priorato venne rimosso, poiché accanto al pozzo doveva passare un sentiero per i soldati reali. Sembra che padre Delwaney abbia, a questo punto, lanciato una maledizione nei confronti di Hugh Darcy, che riteneva essere il principale responsabile dell'esproprio del monastero. Una volta lanciata la maledizione, il priore cadde a terra morto.
Con tutta probabilità si tratta soltanto di una leggenda metropolitana, ma vero è che con il tempo il pozzo cadde in disuso e venne riempito di terra. Gli archeologi sapevano dell'esistenza del pozzo e ne conoscevano l'ubicazione, ma hanno trovato ben poche indicazioni sul terreno. Il pozzo di Sant'Anna misura quasi 2 metri per 2 e non è distante da una sorta di piscina nella quale i pellegrini facevano abluzioni.
I pozzi sacri sono luoghi di devozione religiosa popolare. Qui la gente viene a pregare e lasciare offerte. Generalmente questi pozzi risalgono ad epoca pre-cristiana, quando erano al servizio di una forma di religione legata alla natura. Un altro pozzo sacro è stato trovato nel gennaio 2016 nel seminterrato di un edificio dove si trova la missione diplomatica australiana a Londra. Si tratta di uno dei pochi pozzi accessibili della città e risale a 900 anni fa.

Fonte:
ancient-origins.net
Posta un commento

I misteri di Bryn Celli Ddu, Galles

Bryn Celli Ddu, la tomba neolitica sull'isola di Anglesey (Foto: Alamy Stock) Gli archeologi hanno scoperto, sull' isola di Ang...