giovedì 23 febbraio 2017

Turchia: il mausoleo minacciato dalle acque

La tomba di Zeynel Bey (Foto: dailysabah.com)
L'antica città di Hasankeyf, nel sudest della Turchia, corre il rischio di essere sommersa dalle acque a causa di una nuova diga. Archeologi e scienziati si sono attivati per recuperare le memorie storiche della città, partendo dalla storica tomba di Zeynel Bey.
La tomba di Zeynel Bey ha circa 650 anni ed è situata vicino al lago di Ilisu, nel sudest della Turchia sarà smontata e ricostruita in un luogo più sicuro a causa della minaccia rappresentata dalla diga di Ilisu. Un progetto realizzato in collaborazione tra scienziati olandesi e turchi permetterà di ricostruire la celebre sepoltura, ultimo luogo di riposo di Zeynel Bey, figlio del fondatore della dinastia Aq Qoyunlu Zun Hassan, a due chilometri di distanza dalla posizione attuale.
Per spostare la tomba, si è proceduto a collocare una piattaforma sotto la costruzione. Saranno ben 65 gli esperti chiamati a collaborare al progetto, che comincerà a realizzarsi nel mese di marzo di quest'anno. Hasankeyf è un insediamento fondato in tempi molto antichi, dichiarato zona naturale di conservazione dal governo turco nel 1981. La controversia sulla costruzione della diga di Ilisu è andata avanti per decenni, tuttavia il governo ha deciso di accelerare l'attività di scavo e di riposizionamento di tutte le evidenze archeologiche.
Hasankeyf è un insediamento che conserva ancora la sua atmosfera medioevale. E' diviso in due parti: una inferiore ed una superiore. Ci sono almeno 6.000 grotte, utilizzate un tempo - e fino a non molti anni fa - dai locali come alloggi. Hasankeyf conserva un gran numero di strutture storiche: innanzitutto la fortezza che domina la città, costruita dai bizantini; poi un grande ponte medioevale, un moschea del 1315, la moschea di al-Rizk risalente al 1409, la moschea del Sultano Suleyman del 1351.
La tomba di Zeynel Bey venne eretta nel XV secolo per il figlio del sultano Uzun Hassan. E' considerato uno dei primi esempi di mausolei tradizionali anatolici. La tomba reca un epitaffio sulla prota di accesso settentrionale, che cita il destinatario del mausoleo, Zeynel Bey, martirizzato l'11 agosto 1473 durante una guerra. Il mausoleo ha forma quadrata mentre l'interno è progettato come poligono ottagonale. L'architetto che l'ha progettata è Pir Hasan, figlio di Abdurrahman.

Fonte:
dailysabah.com
Posta un commento

Scavi in Israele identificano una città asmonea

Monete scoperte sul sito (Foto: Dipartimento della terra d'Israele, Herzog College) Monete , ceramiche e bagni rituali recentement...