sabato 1 aprile 2017

Varna, emergono massicce pareti romane

I resti delle mura romane appena scoperte a Varna, Bulgaria
(Foto: sofiaglobe.com)
Parte delle mura di un edificio che si pensa essere di epoca romana (III secolo d.C.), sono state trovate durante la costruzione di un edificio residenziale nel centro di Varna, città della Bulgaria sul Mar Nero, nella zona archeologica di Odessus, nei pressi degli antichi balnea romani. Le terme romane sono state in uso fino al II-III secolo d.C., quando la città di Varna si chiamava Odessus e si trovava nella provincia di Mesia.
Le costruzioni murarie rinvenute in questi giorni sono alte circa tre metri e l'edificio a cui appartenevano doveva avere proporzioni massicce, parte di esso giace tuttora sotto la strada di scorrimento e al momento non è pensabile uno scavo vero e proprio. Gli archeologi condurranno, pertanto, ulteriori studi sulle mura, alla fine dei quali una Commissione di esperti valuterà quali dovranno essere le modifiche da apportare al progetto edilizio per fare  in modo che vengano conservati i resti appena rinvenuti.
Secondo gli archeologi responsabili della scoperta, il modo migliore per preservare le antiche pareti dell'edificio romano è quello di incorporare queste pareti nella nuova costruzione, dal momento che l'esposizione al sole potrebbe portare ad un deterioramento dei reperti, anche per la presenza di una pianta infestante che cresce con estrema rapidità e le cui radici distruggono qualunque cosa si trovi nei pressi.

Fonte:
sofiaglobe.com
Posta un commento

Scavi in Israele identificano una città asmonea

Monete scoperte sul sito (Foto: Dipartimento della terra d'Israele, Herzog College) Monete , ceramiche e bagni rituali recentement...