sabato 10 giugno 2017

Argentina, trovata un'importantissima maschera in rame

La maschera in rame trovata in un villaggio argentino
(Foto: Leticia Inès Cortès/Maria Cristina Scattolin)
Gli archeologi hanno recentemente scoperto, in Argentina, un'antica maschera di rame che mette in discussione la teoria dominante che vuole che la lavorazione dei metalli in Sudamerica abbia avuto origine in Perù. Secondo le stime dei ricercatori, la maschera risale a 3000 anni fa ed è, pertanto, uno degli oggetti metalli più antichi mai realizzati dall'uomo in Sudamerica.
La maschera è stata rinvenuta in un sito di sepoltura di adulti e bambini risalente al 1000 a.C.. Le piogge battenti che hanno colpito il villaggio di La Quebrada, nell'Argentina nordoccidentale, hanno contribuito a far emergere l'oggetto dalla terra unitamente ad una serie di scheletri umani. Gli archeologi hanno contato circa quattordici corpi, con ossa raccolte insieme e la maschera metallica posta in cima. Nelle vicinanze vi è un'altra sepoltura contenente un solo defunto, un bambino di età compresa tra gli otto ed i dodici anni, vissuto, secondo l'analisi delle ossa, circa 3000 anni fa.
Il luogo del ritrovamento della maschera e dei 14 scheletri(Foto: Leticia Inès Cortès/Maria Cristina Scattolin)
La maschera mostra una costruzione accurata, con fori sottili all'altezza degli occhi, del naso e della bocca mentre piccole aperture circolari si trovano nei pressi dei bordi, al fine di farvi scorrere un supporto che potesse fissarla al volto oppure ad un oggetto. La maschera è lunga quasi 18 centimetri per 15 di larghezza.
Miniere di rame sono state trovate a circa 70 chilometri dal luogo del ritrovamento della maschera, il che fa pensare che quest'ultima sia stata forgiata localmente. E' questo particolare ad indurre gli studiosi a pensare che la lavorazione del metallo sia apparsa in Argentina quasi contemporaneamente alla sua nascita in Perù.
Secondo uno studio pubblicato su una rivista di settore nel 2008, oggetti d'oro risalenti a 4000 anni fa sono stati scoperti nel Perù meridionale, reperti in bronzo risalenti al 1000 a.C. sono stati rinvenuti sulle Ande peruviane, anche se non è ancora chiaro se siano stati forgiati in luogo o siano frutto del commercio tra diverse culture.
L'età della maschera in bronzo e degli altri oggetti trovati nello stesso luogo non lascia, comunque, dubbi sul fatto che le antiche popolazioni che vivevano nelle regioni andine dell'Argentina lavorassero il rame, trasformandolo in manufatti oltre che impiegandolo in altri usi, ben prima che si pensasse.
Posta un commento

Sicilia, nuove scoperte nella villa di Realmonte

Gli archeologi sul sito dell'antica villa di Realmonte, in Sicilia (Foto: USF) Gli archeologi hanno scoperto nuovi reperti di un...