sabato 4 novembre 2017

Israele, scoperte stalle di epoca romana

Il villaggio di Eilabun, in Israele, dove sono state scoperte delle
stalle risalenti ai Romani
Una famiglia israeliana, scavando nel giardino di proprietà, si è imbattuta in un'apertura che nascondeva una serie di grotte sotterranee. Le successive indagini archeologiche hanno rivelato che si trattava di una complessa costruzione di 2000 anni fa, utilizzata, probabilmente, come stalla. Il complesso sotterraneo è stato scoperto a Eilabun, un villaggio non lontano da Nazaret.
Gli archeologi pensano che le grotte siano state scavate dai Romani, che le hanno utilizzate come ricovero per gli animali. Lo hanno dedotto da una serie di fori nelle pareti che servivano, con tutta probabilità, da luogo di sosta dei cavalli, mentre un trogolo in pietra potrebbe essere servito per distribuire acqua e cibo.
Queste probabili stalle si trovano a tre metri sotto la superficie del suolo ma 2000 anni fa erano sicuramente situate ad altezza del piano stradale. Gli archeologi hanno raccolto diversi sedimenti, accumulatisi nel corso di questi secoli. Vi è una camera centrale di circa 4 x 6 metri, di due metri di altezza; altre camere più piccole si dipartono dalla principale.
Purtroppo il sito è stato gravemente danneggiato dai saccheggiatori, che hanno rimosso e venduto quanto vi era di valore al suo interno. I danneggiamenti, sfortunatamente, si sono estesi anche alla roccia tutt'intorno, scalpellata in modo selvaggio alla ricerca di possibili tesori. I ladri si sono lasciati alle spalle frammenti di ceramica di epoca romana.
Nel villaggio di Eilabun sono stati precedentemente rinvenuti resti di ceramica datati alla media Età del Bronzo, all'Età del Ferro, all'epoca persiana, ai primi anni dell'occupazione romana e all'epoca bizantina. Ad ovest del villaggio sono stati scavati dei sarcofagi ricavati dalla roccia. Il villaggio era inserito, secondo le fonti, nelle 24 divisioni sacerdotali in cui era ripartito il territorio ed era la residenza di un clan sacerdotale noto come Haqos.

Fonte:
ancient-origins.net
Posta un commento

Mummia di bambino creduta mummia di falco

La mummia creduta di falco appartenente, invece, ad un feto affetto da anencefalia (Foto: University of Western Ontario) I resti mummif...