lunedì 10 settembre 2018

Egitto, scoperto un sito neolitico nel Delta

Egitto, i silos neolitici scoperti a Tell el-Samara
(Foto: english.ahram.org.eg)
Una missione archeologica franco-egiziana che opera presso il sito di Tell el-Samara nel Governatorato di Daqahliya, ha recentemente scoperto uno dei villaggi più antichi mai scoperti nel Delta del Nilo.
La missione congiunta ha scavato i resti di un insediamento neolitico, in cui l'occupazione umana si protrasse fino alla II Dinastia (4200-2900 a.C. circa). "Le scoperte del periodo neolitico sono praticamente sconosciute in questa zona, quindi quello che si riesce a trovare è della massima importanza", ha affermato Frederic Geyau, capo della missione. L'unico insediamento coevo finora scoperto è la città di Sais, scavata dalla Egyptian Exploration Society.
Dalle ceramiche e dai reperti rinvenuti a Tell el-Samara, i ricercatori ritengono che le comunità si stabilirono nelle zone umide del Delta del Nilo prima della fine del V millennio a.C.. La missione ha scoperto anche una dozzina di silos contenenti una considerevole quantità di ossa di animali e resti botanici che permetteranno ai ricercatori di studiare le strategie di sopravvivenza della comunità che qui era stanziata.

Fonte:
english.ahram.org.eg

Nessun commento:

Tracce di monete bizantine sulla Sindone

Le microparticelle aspirate dalla Sindone di Torino, composte da una lega di oro e di argento con residui di rame (elettro bizantino) (Fot...