sabato 3 agosto 2019

Svezia, rinvenute due barche-sepoltura vichinghe

Riproduzione di una nave vichinga destinata a sepoltura
(Foto: John Van Hasselt/Sygma via Getty Museum)
Gli archeologi hanno scoperto due barche-sepolture vichinghe nel comune svedese di Uppsala. Si tratta di un ritrovamento piuttosto raro, si annoverano dieci scoperte di questo genere. "Si tratta di uno scavo unico, l'ultima sepoltura in nave è stata esaminata 50 anni fa", ha affermato Anton Seiler, un archeologo che collabora con diversi musei svedesi.
Le due imbarcazioni sono state rinvenute accanto ai giardini di un vicariato nel villaggio di Gamla Uppsala lo scorso autunno. Questa tipologia di sepoltura, dove i defunti erano collocati all'interno di barche di grandi dimensioni, non era appannaggio della gente comune. Sicuramente erano riservate ad individui di elevata posizione sociale.
Gli archeologi hanno trovato i resti di un solo individuo, unitamente a resti di animali, tra i quali un cavallo ed un cane, oltre agli oggetti comuni rinvenibili nelle sepolture. La sepoltura non è stata ancora datata, ma si pensa possa risalire all'età vichinga (793-1066 d.C.) o al periodo immediatamente precedente, conosciuto come periodo di Vendel (500-793 d.C.).

Fonte:
newsweek.com

Nessun commento:

Tracce di monete bizantine sulla Sindone

Le microparticelle aspirate dalla Sindone di Torino, composte da una lega di oro e di argento con residui di rame (elettro bizantino) (Fot...