giovedì 12 settembre 2019

Bulgaria, trovato un deposito votivo

Bulgaria, la statuina appena trovata (Foto: sofiaglobe.com)
Gli archeologi hanno rinvenuto una statuetta di bronzo a testa di ariete sull'isola di St Cyricus, al largo della costa di Sozopol, sul Mar Nero. Si pensa che la statuetta risalga al VI secolo a.C. e che sia stata portata dai fondatori della città di Apollonia, antico nome di Sozopol, fondata nel VII secolo a.C. dai coloni greci di Mileto.
Il capo del team di scavo, la Professoressa Krustina Panayotova, dell'Istituto Archeologico Nazionale presso l'Accademia Bulgara delle Scienze, ha affermato che la statuetta è stata trovata in una fossa dove erano presenti anche vasi potori rituali, la prova che le prime generazioni di abitanti di Apollonia offrì doni alle loro divinità in questo luogo.
Finora non erano rinvenuti oggetti in bronzo, anche se Apollonia è vicina a miniere di rame utilizzate dai primi coloni. Il bronzo era un metallo molto utilizzato: la statua di Apollo, alta 12 metri, dalla quale la città prese il nome, potrebbe essere stata fusa per essere utilizzata per ricavare cannoni nei secoli successivi.
L'ariete era un animale sacrificale, offerto in dono alle divinità. Secondo gli archeologi è molto probabile che la statuetta sia stata portata qui da Mileto. Anche le capre selvatiche dipinte sui vasi potori suggeriscono la provenienza degli oggetti.

Nessun commento:

Tracce di monete bizantine sulla Sindone

Le microparticelle aspirate dalla Sindone di Torino, composte da una lega di oro e di argento con residui di rame (elettro bizantino) (Fot...