martedì 21 agosto 2012

Il generoso mare di Calabria...

La testa del leone ritrovato
nelle acque di Reggio Calabria
Nel mare della Calabria, al largo di Capo Zeffirio, è stata scoperta una scultura di bronzo dorato che raffigura un leone. Scoperta anche un'armatura in bronzo e rame, incastrata tra gli scogli in profondità. Sia il leone che l'armatura distavano poche decine di chilometri dal punto in cui, 40 anni fa, sono stati ritrovati i Bronzi di Riace.
A ritrovare i preziosi reperti è stato un appassionato di immersioni, Leo Morabito. Ora i carabinieri del nucleo Patrimonio Artistico stanno indagando sulle modalità del ritrovamento. Pare che si siano palesate alcune irregolarità. Il ritrovamento pare essere avvenuto il 16 agosto, ma le autorità non sono state avvertite, come sarebbe stato d'obbligo, entro le 48 ore successive.
Sul sito del ritrovamento ci sarebbero un'altra statua ed un'intera nave. Il leone è alto circa 50 centimetri per un peso di 15 chilogrammi. Nella zona in cui giaceva vi sono anche resti di vasi di colore nero e la statua incagliata negli scogli. Si è fatta l'ipotesi che gli oggetti appartengano al carico di una nave affondata proprio davanti alle coste della Calabria.
Posta un commento

Emergono altri frammenti del colosso di Psammetico I

Parte posteriore del pilastro del faraone Psammetico I (Foto: Ministero delle antichità) La missione archeologica egiziano-tedesca ha ...