lunedì 24 settembre 2012

Il Neolitico in Israele

La ciotola con le perline ritrovata a Ein Zippori National Park
Circa 200 perle colorate sono state ritrovate in una ciotola a Ein Zippori National Park, nella bassa Galilea. Oltre a queste sono state riconosciute immagini di struzzo scolpite su una lastra di pietra. Estesi scavi archeologici sono stati condotti, in questa località, dall'Autorità per le Antichità.
Gli oggetti ritrovati nell'insediamento preistorico vanno dal periodo Neolitico (circa 10.000 anni fa) fino all'Età del Bronzo Antico (5000 anni fa circa). Qui viveva la cultura di Wadi Rabah, che prende il nome dal luogo in cui è stata individuata per la prima volta. Questa cultura è comune in Israele dalla fine del VI millennio fino all'inizio del V millennio a.C.. Tra gli oggetti ritrovati vi sono ceramiche, strumenti in selce, vasi di basalto ed oggetti artistici. Le ceramiche recano decorazioni dipinte e incise ed i vasi sono decorati con colore rosso e nero. Tra gli strumenti in selce sono state ritrovate delle pale a falce, utilizzate per mietere il grano.
Molti degli oggetti ritrovati sono frutto degli scambi commerciali che si estendevano in tutta la regione. Sottili lame affilate in ossidiana, per esempio, non sono proprie del territorio israeliano e provengono quasi sicuramente dalla Turchia.
Tra i reperti "speciali" vi è un gruppo di ciotole in pietra di piccole dimensioni, forgiate con sorprendente delicatezza. Una di queste ciotole conteneva più di 200 perle in pietra nera, bianca e rossa. Sono state rinvenute, anche, figurine in argilla di animali ed amuleti recanti motivi geometrici, nonché oggetti in osso decorati.
Posta un commento

Sicilia, nuove scoperte nella villa di Realmonte

Gli archeologi sul sito dell'antica villa di Realmonte, in Sicilia (Foto: USF) Gli archeologi hanno scoperto nuovi reperti di un...