venerdì 26 luglio 2013

Il "fertile" mare di Filicudi

Le macine del relitto di Filicudi
E' stato ritrovato, nelle acque di Filicudi, il carico di un relitto romano. Si tratta di 13 macine individuate tra i 42 ed i 53 metri di profondità all'interno di un porto. Ad effettuare il ritrovamento un subacqueo locale, Antonello Berenati, che ha segnalato la scoperta alla Soprintendenza del Mare. Il carico è ora allo studio degli archeologi che devono valutare la possibilità di un'ulteriore ispezione dello stesso nonché tutti i provvedimenti per tutelare il prezioso reperto.
Fra i ritrovamenti effettuati, negli scorsi anni, sempre a Filicudi, si segnala un relitto del II secolo a.C. contenente circa 60 anfore, tuttora in situ, ad una profondità tra i 36 ed i 45 metri. Nel 1966, poi, furono recuperate diverse anfore e scoperto un altro relitto. 
Posta un commento

Roma, riaperto il Mausoleo di Castel di Guido

Il municipio XIII di Roma rende nota a tutta la cittadinanza la riapertura del Mausoleo di Castel di Guido , detto di Antonino Pio , dopo ...