martedì 2 settembre 2014

Principesco carro in bronzo ritrovato in Cina

Un carro in bronzo della Dinastia Zhou è stato ritrovato nella contea cinese di Qishan, provincia di Shaanxi. Gli archeologi ritengono si tratti di un veicolo utilizzato prevalentemente nelle cerimonie. Il carro è stato ritrovato a poco più di un metro di profondità in un terreno agricolo nel villaggio di Hejia.
La struttura è lunga circa 2,4 metri e larga 1,8, completamente in bronzo. Le ruote hanno un diametro di circa 1,4 metri. I cerchi sono stati ottenuti da fasce di bronzo dello spessore di 15 centimetri e dalla larghezza di 5. I raggi erano in legno e l'usura del tempo ne ha avuto ragione.
I carri con ruote in bronzo sono piuttosto rari. Le ruote dei carri costruiti nella Dinastia Zhou e ritrovati in precedenza, avevano tutti ruote in legno ricoperte con uno strato di bronzo di appena un centimetro.
Con il carro sono state ritrovate le ossa di tre o quattro cavalli. Il numero dei cavalli potrà essere confermato non appena si completerà lo scavo della struttura, che ora risulta ancora sepolta sul lato destro. Sono stati, nel frattempo, estratti dal terreno numerosi oggetti in bronzo e raffinati ornamenti del carro. Proprio l'elevata qualità e raffinatezza di questi ornamenti ha fatto pensare che il carro era destinato a sfilare durante cerimonie civili e che appartenesse a membri della famiglia imperiale. Inoltre, a confermare l'ipotesi che il carro non fosse stato concepito per essere utilizzato in battaglia, è il fatto che non si siano rinvenute armi nello scavo. Gli storici cinesi affermano che il periodo in cui governò la Dinastia Zhou fu un periodo sostanzialmente pacifico.
Posta un commento

Sicilia, nuove scoperte nella villa di Realmonte

Gli archeologi sul sito dell'antica villa di Realmonte, in Sicilia (Foto: USF) Gli archeologi hanno scoperto nuovi reperti di un...