sabato 24 dicembre 2016

Trovata una croce d'avorio in Bulgaria

La croce di XIII secolo in avorio, rinvenuta nel
monastero di San Demetrio a Veliko Tarnovo
(Foto: Yantra Dnes daily)
Una croce del XIII secolo in osso, con intricate incisioni è stata scoperta nella città di Veliko Tarnovo, nella Bulgaria centrale, l'antica capitale dell'impero bulgaro. Sulla croce è inciso il nome del sacerdote al quale è appartenuta. La croce d'avorio è stata rinvenuta dal Professor Mirko Robov.
La croce è stata ricavata dalla zanna di un elefante o di un mammut o dalla zanna di un tricheco. Il reperto è alto 4,5 centimetri per 2,7 di larghezza ed uno spessore di 0,6 centimetri. Sono 13 le incisioni di rilievo con motivi religiosi. E' stata rinvenuta tra le rovine del monastero medioevale di San Demetrio a Veliko Tarnovo ed era di proprietà, secondo il Professor Robov, di uno dei padri superiori del monastero, di nome Nikolai. Sulla croce vi è anche un'immagine di San Nicola di Myra, taumaturgo della tradizione ortodossa.
Gli archeologi sono convinti che il sofisticato artigianato di cui è espressione la croce d'avorio è una testimonianza di notevoli competenze artistiche e tecniche degli artigiani della Tarnovgrad del secondo impero bulgaro. Del resto il monastero di San Demetrio è il più grande monastero della capitale.

Fonte:
archaeologyinbulgaria.com
Posta un commento

I misteri di Bryn Celli Ddu, Galles

Bryn Celli Ddu, la tomba neolitica sull'isola di Anglesey (Foto: Alamy Stock) Gli archeologi hanno scoperto, sull' isola di Ang...