sabato 25 febbraio 2017

Mitra in Corsica

Gli scavi intorno alla chiesa di La Canonica a Mariana, in Corsica
(Foto: Tertullian.org)
Gli archeologi che stanno lavorando nell'antica città romana di Mariana, in Corsica, hanno portato alla luce i resti di un santuario riservato al culto di Mitra. Si tratta di una scoperta sorprendente in quanto è la prima traccia di un culto misterico, qual è il mitraismo, rintracciata sull'isola. La scoperta è dovuta ad archeologi francesi ed è del novembre 2016.
Finora gli archeologi hanno messo in luce quello che si crede essere una stanza riservata al culto ed un'anticamera legata al culto di Mitra, divinità della luce, della purezza, della bontà, della verità che occupava un posto rilevante nel pantheon degli antichi Ariani del IV secolo a.C.. Il culto di Mitra si diffuse in tutto l'altopiano armeno, nel sud della Persia e dell'India ed arrivò nel nord Europa nel I secolo a.C..
Nel mitreo corso gli archeologi hanno trovato lampade ad olio e campane di bronzo, oltre a ceramiche e alla testa in marmo di una donna, tutti custoditi nel tempio dell'antica Mariana. I manufatti che più hanno aiutato i ricercatori ad identificare il sito sono tre pezzi appartenenti ad una scultura in marmo raffigurante la scena in cui Mitra sacrifica il toro, mentre un cane ed un serpente bevono il sangue dell'animale.
La rappresentazione del sacrificio mitraico ben si adatta con il culto della divinità così come è attestato in altri mitrei. Nelle antiche sculture Mitra è rappresentato come un giovane piuttosto aitante, con un berretto frigio o armeno, che uccide un toro sacro.
Alcuni dei manufatti ritrovati nel sito corso mostrano segni di danneggiamento intenzionale, come un altare, ritrovato in frammenti. Gli archeologi pensano che la distruzione possa essere collegata alle tensioni sociali e religiose tra i seguaci del mitraismo e quelli del cristianesimo.
Mariana era una città romana fondata da Caio Mario nel 100 a.C.. Il suo periodo aureo è fissato al III e IV secolo d.C., quando il suo porto commerciale era uno dei più importanti crocevia dielle moltissime rotte che attraversavano il Mediterraneo. I primi scavi nel sito di Mariana risalgono al 1930, ma l'interesse nei confronti del sito si è acceso intorno al 2000. Precedentemente sono stati individuati i resti di una basilica paleocristina e di un battistero, oltre a a quelli di una strada romana porticata e di parti di case e negozi.

Fonte:
ancient-origins.net
Posta un commento

Trovato il palazzo di Dario a Pasargade

La sala delle udienze a Pasargade (Foto: Proprio in questi giorni gli archeologi iraniani stanno riportando alla luce una nuova meravi...