domenica 12 agosto 2018

Cina, la sepoltura ottagona di Yangquan

Cina, interno della sepoltura ottagonale trovata nel 2012
(Foto: Chinese Cultural Relics)
Gli archeologi hanno scoperto a Yangquan, in Cina, una tomba a forma di ottagono, con le pareti ricoperte di affreschi risalenti a 700 anni fa, quando a governare il paese erano i discendenti di Gengis Khan. La sepoltura ha il tetto a forma piramidale, decorato con immagini del sole, della luna e delle stelle.
All'interno della tomba non sono stati rinvenuti resti scheletrici, malgrado un affresco della parete nord mostri che gli occupanti erano due coniugi. Alcuni degli affreschi rinvenuti mostrano scene della vita in Cina durante l'occupazione mongola: si vedono musicisti, la cerimonia del the, cavalli, cammelli, scene di trasporto di persone e merci. Alcune delle persone rappresentate vestono alla maniera mongola, piuttosto che cinese. I funzionari mongoli avevano prescritto, nel 1314, un rigido codice di abbigliamento che serviva a distinguerli dai cinesi: i funzionari cinesi dovevano portare camice a giro collo, mentre i funzionari mongoli indossavano vestiti molto morbidi, cappelli e giacche lunghe.
Cina, uno dei pannelli sepolcrali con storie della Cina dei Mongoli
(Foto: Chinese Cultural Relics)
Due dei pannelli affrescati rappresentano storie molto popolari nella Cina dell'epoca, che fanno riferimento alla pietà filiale, all'importanza di rispettare i genitori ed i nonni e a prendersi cura di loro quando questi diventano più anziani.
I Mongoli di Kublai Khan, nipote di Gengis Khan, conquistarono la Cina nel 1271. All'epoca i Mongoli controllavano anche l'attuale Russia, la Corea ed il Vietnam. La conquista mongola si protrasse fino al 1368, quando soldati ribelli costrinsero gli occupanti a ritirarsi. Durante il dominio mongolo venne costruita Shangdu, nota anche come Xanadu, che i governanti mongoli utilizzarono come capitale estiva.
La sepoltura è stata scoperta nell'aprile 2012 e gli esiti dell'esplorazione della stessa sono stati pubblicati nel 2016 su una rivista in lingua cinese e sono stati tradotti solo recentemente in inglese.

Fonte:
Science Live

Nessun commento:

Tracce di monete bizantine sulla Sindone

Le microparticelle aspirate dalla Sindone di Torino, composte da una lega di oro e di argento con residui di rame (elettro bizantino) (Fot...