sabato 2 febbraio 2019

Giordania, scoperto un sito di lavorazione del rame

Wadi Nuqayb Al Asaymir durante gli scavi del 2012
(Foto: Thomas Levy)
Gli archeologi stanno scavando un importante sito di lavorazione del rame di epoca ayyubide a Wadi Nuqayb Al Asaymir. Il materiale risalente ai periodi antecedenti al XII secolo è piuttosto scarso. Il sito è stato sicuramente edificato nel tardo XII secolo se non, più probabilmente, nel XIII secolo, più di 500 anni dopo l'ultimo ritrovamento accertato riguardante la produzione e lavorazione del rame nella regione.
Wadi Nuqayb Al Asaymir è stato occupato per un periodo molto breve, probabilmente per non più di 50 o 60 anni e la sua importanza è interamente incentrata nel periodo ayyubide giordano. Gli archeologi hanno accertato che la fioritura del sito si è avuta essenzialmente nel XIII secolo, con l'espansione dell'industria dello zucchero sotto gli Ayyubidi.
Il rame serviva per produrre recipienti utilizzati nella lavorazione dello zucchero. Il sopravanzo era utilizzato per forgiare attrezzi, monete, utensili ed altri oggetti. E' stato rilevato che, in epoca successiva, alla lavorazione del rame si è aggiunta anche la produzione del ferro, agevolata dalla presenza di miniere di rame e ferro insieme. Sono stati anche rinvenuti, sul sito, schegge di vasellame in ceramica smaltata. Si tratta di un particolare tipo di ceramica composta principalmente da quarzo, con piccole quantità di argilla e vetro smerigliato. Il tipo trovato a Wadi Nuqayb Al Asaymir è stato sicuramente prodotto in Siria, principalmente a Damasco.

Fonte:
jordantimes.com

Nessun commento:

Tracce di monete bizantine sulla Sindone

Le microparticelle aspirate dalla Sindone di Torino, composte da una lega di oro e di argento con residui di rame (elettro bizantino) (Fot...